Ambiti di intervento

(…) quanto sia importante che il terapeuta conservi la memoria della sua ferita la consapevolezza che, nel curare gli altri, egli sta in realtà trattando non soltanto con il paziente, ma anche con la propria malattia, con il proprio malessere personale ed esistenziale.
Più il terapeuta crede di essere sano, e che il ‘guasto’ sta solo in chi gli sta di fronte,
più cresce la distanza tra i poli dell’archetipo ferito-guaritore.

A. Guggenbuhl -Craig

Psicoterapia individuale
La psicoterapia è un percorso che mira ad approfondire la conoscenza di se stessi, individuando le modalità disfunzionali che impediscono di entrare in relazione con se stessi e con gli altri in modo soddisfacente.
Il recupero della capacità di provare sentimenti, comprenderli e manifestarli in modo appropriato e consapevole, ha la finalità di rendere possibili positivi cambiamenti anche nella sfera dell’azione.
Tale cambiamento si concretizza nel raggiungimento di uno stato maggiore di benessere personale, come acquisizione e attivazione di risorse, di strumenti necessari per affrontare problematiche passate, presenti o future.
Non si tratta di una trasformazione superficiale, limitata al semplice apprendimento di nuove informazioni o di nuove “tecniche”, ma di una trasformazione sostanziale, a livello sia del pensiero che dell’azione.

Psicoterapia di coppia
La terapia di coppia mira a ristabilire, recuperare o generare quelle risorse che permettono al legame di divenire (nuovamente) fonte di benessere per i partner anzichè causa di sofferenza, oppure a trovare una strada per separarsi senza danneggiare se stessi o i propri figli.
Il lavoro con un terapeuta permette alla coppia di prendere coscienza delle dinamiche relazionali implicite che la caratterizzano, in particolare quelle che finiscono per mantenere uno stato di sofferenza nella relazione.
Per i partner è fondamentale poter capire cosa stia capitando tra loro e come ognuno di loro due contribuisca a bloccare le possibilità di cambiamento.
Mediante la relazione terapeutica, il terapeuta introduce gli elementi utili ad eliminare il disagio, a modificare le regole rigide e ripetitive che la coppia mette in atto, a riportare l’equilibrio precario in cui si trova la coppia ad uno più funzionale ad essa, facendo leva sulle risorse e sulle potenzialità dei due partner.

Psicoterapia di gruppo
La terapia di gruppo è una forma di psicoterapia in cui l’intervento clinico viene effettuato in un setting gruppale.
In molte occasioni, il gruppo si pone infatti come “terzo elemento” della relazione terapeutica, permettendo ai pazienti di osservare e comprendere meglio i propri modelli relazionali in un contesto più naturale e complesso rispetto alla semplice interazione diadica col terapeuta.
I gruppi possiedono capacità curative che vanno ben oltre il superamento del senso di alienazione, dell’isolamento sociale e della possibilità di condividere il proprio disagio con altre persone.
Lo scopo principale è l’espressione di sentimenti e vissuti in un ambiente protetto ed il raggiungimento della consapevolezza delle proprie dinamiche interne ed interpersonali.